MegaZine3 requires JavaScript and Adobe® Flash® Player 10

Please ensure you have JavaScript enabled in your browser. Even if you do not have the Adobe® Flash® Player installed, this may allow a fallback version to be rendered.

To install the Adobe® Flash® Player, follow the links below:

Get Adobe Flash Player

If you still encounter problems after installing the Adobe® Flash® Player, from the above link, try this one:

Get Adobe Shockwave Player

Powered by MegaZine3

Tecnica a cura di Marino Boric Ben%ina sintetica ed Dall'intervista a Jon Ziulkowski, John Rusek e Todd Burrough di Swift Enterprises Inc. N oi siamo in grado di produrre una alternativa dell1L100 a 30 centesimi di euro al Litro - ha dichiarato Jon Ziulkowski completamente sorprendente durante la ILA (Fiera Aeronautica Internazionale) a Berlino e nel contesto aeronautica. Per la prima volta si parla anche della possibilitä di produrre cherosene per aerei a turbina con lo stesso processo e le stesse materie prime. 1l pre%%o di fabbrica%ione del carburante Swift e soltanto la metä della 100LL attualmente in produ%ione - ha incalzato Ziulkowski. 1l pre%%o calcolato in questo momento con costi delle materie prime rigenerative, come varie specie d'erba, cellulosa, lignina, alghe e addirittura dai rifiuti biologici. La procedura, brevettata resta per noi sconosciuta, ma e stato dichiarato che si tratta di un processo mediante il quale dalla biomassa si produce l'etanolo, che poi viene ristrutturato sulla base molecolare con l"adozione di diverse molecole. Da tale processo risultano due componenti, chiamate X e Y che possono essere mescolate a volontä, dipendendo, dalla loro miscela, il prodotto finale: la benzina da 9 5, 5 fino a 104,9 ottani. La ristrutturazione, ancora segreta di etanolo, fornisce un prodotto che possiede una densitä energetica molto piü elevata dell'etanolo e addirittura fino al 25% piü alta a metä pre%%o? Nuovo processo per produrre combustibili dalla massa biologica. Ma il futuro e giä cominciato? della conferenza Green Skies Ahead (cieli verdi) che si e tenuta il 28 maggio 2008. Il Sig. Ziulkowski dell'azienda Swift Enterprises di West Lafayette, Indiana USA, ha sorpreso il pubblico comunicando che la sua azienda ha brevettato una procedura per la produzione del carburante dalla biomassa. Il prodotto finale del processo e un combustibile di idrocarburo sintetico paragonabile alla 100LL, la nota benzina valide al 21 aprile 2008 e di 1,80 dollari al gallone, vale a dire circa 30 centesimi di euro per litroi Alla domanda su quale provenienza ha la biomassa usata, Ziulkowski ha cos! risposto: - Noi non vogliamo usare, per la nostra produ%ione, prodotti alimentari per esseri umani, come ad esempio il grano, il mais o il riso. Possiamo produrre il nostro combustibile da molte materie prime della benzina aeronautica attuale. Questo combustibile, sinteticamente prodotto, non e igroscopico, non contiene alcol, ossidanti o solfati e soddisfa, giä oggi, tutte le norme in vigore per la produzione della benzina LL100. Come Todd Burrough (Swift Business Development) ci ha dichiarato, il carburante Swift, rispetto alla 100LL dal petrolio, ha il vanaggio di necessitare di un numero inferiore di tappe di produzione e, 42 43 Tecnica che e impegnato nello sviluppo dei combustibili terrestri e spaziali. L'obiettivo principale dell'azienda e di combattere, utilizzando le risorse biologiche e rigenerabili, l'attuale crisi energetica. Alcuni giorni fa il direttore di ricerca e comproprietario della Swift Enterprises, John J. Rusek, ci ha spiegato che: Attualmente la nostra a%ienda sta costruendo un impianto pilota con una poiche il piombo non viene usato nel processo di produzione, il prodotto finale non contiene piombo. La tangenza dei velivoli aumenta dal 15 al 2 5%, con il punto di gelo inferiore. Non sono necessarie modifiche agli attuali impianti nei velivoli ed i metodi di trasporto non cambiano. Non produce emissioni di CO2 e durante le fasi di produzione, comparando con la produzione da petrolio, si hanno emissioni inferiori al 76%. Infine e mescolabile con altri prodotti petroliferi. La Swift Enterprises Inc. (SEI), e stata fondata nel 2001 ed e locata a West Lafayette in un parco di ricerca scientifica del Purdue Universitä in Indiana, negli Stati Uniti d'America. Si tratta di un laboratorio capacitä di 760 litri giornalieri ma, entro la fine del 2009, un secondo impianto ne poträ produrre 7600 al giorno. La benzina Swift e stata finora analizzata in differenti laboratori dell'Illinois, del Texas e del Minnesota. 1 risultati ottenuti sono molto incoraggianti ed i campioni anali%%ati corrispondono o addirittura eccedono le norme vigenti per la ben%ina aeronautica - ci ha assicurato Rusek, che Mass Energy Density-Net Heat Volume Energy Density-Net Heat Motor Octane number e inoltre professore all'Universitä di Purdue di West Lafayette e della US Air Force Academy (reparto di astronautica). Poiche il processo di produzione esatto non e ancora divulgato, non e possibile formulare critiche oggettive o esprimere pareri indipendenti da quanto descrittoci dagli inventori. In tentativi simili del passato, che si basavano sull'uso dei catalizzatori, le impuritä delle materie prime rovinavano il catalizzatore impiegato, bloccando il processo di produzione. Atale riguardo Rusek ci ha dichiarato seccamente: - La nostra procedura differisce dalle procedure usate nel passato, per cui noi non abbiamo di questi problemi. Quindi, la benzina a metä prezzo? Forse. Inoltre, se pure i risultati pratici non saranno al 100% positivi, siamo molto probabilmente su una traccia molto incoraggiante che ci porterä, in un futuro non molto lontano, a superare la dipendenza dall'olio crudo. Perciö auguriamo al team che gravita intorno al professore John Rusek, di aver successo con il loro progetto e di condurci ad un futuro piü sereno in cui i prezzi dell'energia siano molto piü bassi ed i processi di produzione rispettino la natura.